Olio santo

Immagine

Ingredienti

  • Olio d’oliva extra vergine,
  • peperoncini piccanti freschissimi (“cancarièlle vushente” o “riavlulièlle”).

Procedura

Togli il picciolo ai peperoncini, senza romperli. Lavali ed asciugali bene. Riempine i tre quarti di un recipiente di vetro a bocca larga e ricoprili abbondantemente di olio d’oliva purissimo.
Lasciali macerare per alcuni mesi, durante i quali l’olio diventerà molto piccante.
Se desideri che l’olio di “santifichi” subito, trita i peperoncini; basteranno pochi giorni per avere l’olio piccante, con cui condire le varie pietanze.

Polenta con fagioli e salsiccia

Immagine

Ingredienti

  • 400gr di farina di granoturco,
  • 200gr di fagioli secchi,
  • Salsiccia con peperoncino piccante e semi di finocchio,
  • olio vergine d’oliva,
  • sale

Procedura

Lessate i fagioli in acqua leggermente salata. Preparate intanto la polenta versando la farina lentamente a pioggia in un litro e mezzo d’acqua bollente, girando continuamente con un cucchiaio di legno per circa un’ora. Aggiungetevi i fagioli ben sgocciolati rimestate. Tagliate la salsiccia a fettine e friggetela in un tegamino con l’olio d’oliva. Aggiungete anche la salsiccia alla polenta e mescolate. Servite caldo.

Frittuli

Immagine

Ingredienti

  • cotenne,
  • orecchie e lardo di maiale,
  • alloro,
  • peperoncino piccante,
  • sale

Procedura

Prendete una buona quantità di cotenne fresche e qualche orecchio di maiale, puliteli, raschiateli, lavateli, asciugateli, tagliateli in pezzi e metteteli a cuocere in una capace pentola con lardo tagliato in cubetti, con qualche foglia di alloro e qualche peperoncino rosso piccante e un pò di sale, senza aggiungervi acqua. Quando i frittuli saranno quasi cotti, levateli dal grasso disponeteli in un vaso di creta, ricoprendoli con il lardo sciolto che avete passato dal colino. Lasciateli raffreddare, coprite il vaso con un foglio di carta oleato legato con spago e ponetelo in luogo fresco.
I frittuli si mantengono a lungo. Quando vorrete utilizzarli prendetene la quantità necessaria, fatene completare lentamente la cottura con un poco di acqua e unite fave, piselli o altre verdure, lasciando insaporire.