Zuppa di funghi

Immagine

Ingredienti

  • circa 1Kg di funghi freschi di diverse qualità,
  • 30gr di prezzemolo,
  • 30gr di strutto,
  • 50gr di pecorino grattugiato,
  • olio d’oliva,
  • 2 spicchi d’aglio,
  • 1 cipolla di media misura,
  • salsina di pomodoro,
  • 4 o 8 fette di pane casereccio,
  • pepe nero,
  • sale

Procedura

Mondate i funghi, lavateli, tagliateli a fettine, metteteli in uno scolapasta, spolverizzateli di sale e lasciateli stare così per circa tre ore, trascorso questo tempo tagliate a fettine sottilissime la cipo11a e schiacciate gli spicchi d’aglio, mettete il ricavato in una casseruola con lo strutto e l’olio. Lasciate rosolare su fuoco moderato sino a che la cipolla si sarà un poco appassita quindi bollite una cucchiaiata circa di salsina di pomodoro sciolta in un bicchiere d’acqua, mescolate, dopo un istante aggiungete i funghi che avrete lavato per togliere il sale in eccesso e circa un litro d’acqua, salate poco, pepate abbastanza e lasciate cuocere per circa venti minuti. Nel frattempo fate tostare nel forno le fette di pane e sistematele in una ciotola. Mondate, lavate e tritate il prezzemolo. Trascorso il tempo di cottura incorporate ai funghi il prezzemolo e il pecorino, versate tutto sulle fette di pane e servite ben caldo.

Zite alla calabrese

Immagine

Ingredienti

  • 400gr di zite,
  • 500gr di pomodori maturi
  • 150gr di prosciutto,
  • 100gr di strutto,
  • 30gr di prezzemolo,
  • 1 cipolla di media misura,
  • 10 foglie di basilico,
  • 2 spicchi d’aglio,
  • 4 cucchiaiate d’olio d’oliva,
  • 5 cucchiaiate di formaggio pecorino,
  • pepe,
  • sale

Procedura

Lessate la pasta (ricordatevi di spezzarla e scolarla ancora molto al dente). Subito dopo aver posto sul fuoco l’acqua lavate i pomodori e passateli al setaccio. Tritate il prosciutto. Fate rosolare in una casseruola la cipolla affettata sottile, l’olio e circa venti grammi di strutto; allorché la cipolla si sarà leggermente appassita unite il prosciutto e continuate la rosolatura ancora per qualche minuto. Mondate, lavate prezzemolo e basilico,
tritateli insieme all’aglio e aggiungeteli al soffritto, unite anche il passato di pomodori, salate, pepate e proseguite la cottura per circa venti minuti mescolando spesso. Accendete il forno portandolo su 190° circa. Dopo aver scolato la pasta (ricordatevi, ancora molto al dente) versatela in una ciotola e amalgamatevi 50 grammi di strutto ed una forte pizzicata di pepe poi sistematela a strati in un recipiente che possa andare in forno condendo, strato per strato, con la salsa e il pecorino. A lavoro ultimato irrorate la superficie con il restante strutto soffritto e dorato, infilate il recipiente nel forno già caldo lasciandovelo per circa venti minuti, infine servite.

Pasta e patate

Immagine

Ingredienti

  • 600gr di patate non farinose,
  • 300gr di ditalini o altra pasta corta,
  • 300gr di pomodori maturi,
  • 30gr di prezzemolo,
  • 1 cipolla di media misura,
  • 1 spicchio d’aglio,
  • 1/2 bicchiere circa di olio d’oliva,
  • 4 cucchiaiate di formaggio pecorino,
  • sale

Procedura

Pelate i pomodori poi, dopo aver tolto i semi, tagliuzzateli, tagliate a fettine sottili la cipolla. Mondate, lavate il prezzemolo e assieme all’aglio tritatelo, fate rosolare in una capace casseruola (dovrà andarvi poi anche la pasta) la cipolla con tutto l’olio, poi unite il prezzemolo e, dopo un istante, i pomodori. Versate nel recipiente anche mezzo litro circa di acqua, salate poco, pepate, mescolate e fate alzare il bollore. Nel frattempo pelate le patate, lavatele e tagliatele a dadi, quindi unitele all’intingolo quando l’acqua avrà alzato il bollore. Ponete sul fuoco abbondante acqua salata che vi servirà per lessare la pasta. Quando alzerà il bollore mettetevela, mescolatela e lasciatela cuocere a fuoco piuttosto vivace mescolandola di tanto in tanto, ricordando di scolarla ancora molto al dente. Versatela subito nel recipiente contenente le patate, unite tutto il pecorino, mescolate e, senza smettere di mescolare, terminate di cuocerla.
Se necessario aggiungete qualche cucchiaiata della sua acqua di cottura. Servitela poi ben calda.