Turdilli. Dolci natalizi a forma di gnocchi

Immagine

Ingredienti

  • ½ litro di vino,
  • ½ litro di olio d’oliva,
  • un pizzico di sale,
  • pochissimo zucchero,
  • 1 bustina di lievito,
  • farina quanto basta,
  • miele,
  • un coctail di liquori aromatici.

Procedura

Prendere la farina e farvi una fonte,nella quale versare tutti gli ingredienti indicati, tranne l’olio. Mescolare per bene e formare un impasto ben amalgamato. Preparare i turdilli a forma di grandi gnocchi, versarli nell’olio bollente e friggere finchè non siano ben dorati. Levarli, immergerli nel miele e levarli di nuovo per il consumo.

Crustuli

Immagine

Ingredienti

  • 1 parte di olio d’oliva,
  • 2 parti di vino rosso,
  • cannella,
  • farina di grano duro,
  • miele,
  • scorze di arancia e mandarini,
  • zucchero

Procedura

In un bricco miscelate 1’olio ed il vino con una manciata di zucchero ed un aroma di cannella. Versate sulla spianatoia la farina, quanto ne basta per assorbire il composto liquido, precedentemente preparato. Lavorate bene il tutto fino ad ottenere un impasto omogeneo che taglierete in pezzi, indi formate con essi dei bastoncini dello spessore di in centimetro. Tagliate i bastoncini in tocchetti che incaverete sul cestello calabrese detto crivu dando ad essi la forma di gnocchi. Friggete i crustuli in abbondante olio. Infine versateli in una padella dove avrete fatto sciogliere del miele aromatizzato con scorze di arance e mandarini ed un aroma di cannella. Rimestate i dolcetti con cura fino a quando non risultino ben intrisi di miele, dorati e fragranti.

Pitta ‘mpigliata

Immagine

Ingredienti

  • 1 chilo di farina00,
  • 500 grammi di noci sgusciate,
  • 500grammi di uva passa,
  • 250 grammi di zucchero,
  • 125 grammi di olio,
  • 1 uovo,
  • 250 centilitri di liquori misti (mandarinetto, anice, sambuca, paesanella),
  • 125 cc di vino bianco,
  • 1 bicchiere di spremuta di mandarino,
  • 2 bustine di cannella macinata,
  • 1 bustina di lievito,
  • 1 bustina di chiodi di garofano macinati,
  • Scorza d’arancia non trattata grattugiata,
  • Miele.

Procedura

Con la farina, preparate una fontana sul piano di lavoro, aggiungete un pizzico di sale, 125 grammi di zucchero, 125 centilitri di olio, l’uovo, 125 centilitri di liquore, il vino, una bustina di lievito, una bustina di cannella, una bustina di chiodi di garofano, la spremuta di mandarino. Impastate il tutto fino ad ottenere un impasto omogeneo e liscio.

Dividete l’impasto in cinque panetti, coprite con un panno e lasciate riposare vicino ad una fonte di calore o in un ambiente tiepido.

Ripieno:

Nel frattempo che l’impasto riposa, mescolate in una terrina le noci, l’uva passa, 125 grammi di zucchero, 125 centilitri di liquore, una bustina di chiodi di garofano e una buccia d’arancia finemente grattugiata.

Confezione delle roselline

Stendete un panetto per volta con un matterello, fino ad ottenere una sfoglia sottilissima. Versate sulla sfoglia un po’ di olio, 1/5 del ripieno e stendee uniformemente. Arrotolate la sfoglia su due lati opposti, ottenendo due cilinderetti  contigui e attaccati, a foggia di rosa.
Infornate a 180 gradi per 90 minuti circa.

Una volta cotta, la pitta ‘mpigliata, in alcune versioni viene “curata” per un certo periodo di tempo e la “cura “ consiste nel versare, periodicamente, del miele nelle roselline, affinché l’impasto si addolcisca e si ammorbidisca.