Nocino

Immagine

Ingredienti

  • 600 gr di noci verdi
  • 5 gr di cannella
  • 2 litri di alcool a 90°
  • 850 ml di vino rosso
  • 4 chiodo di garofano
  • kg 1,3 di zucchero
  • mezzo limone

Preparazione

Munitevi di guanti di gomma, perché il mallo di noce tinge; lavatele accuratamente e poi pestate le noci verdi con tutto il mallo.

In un vaso a tenuta ermetica mettete le noci pestate, la scorza del limone grattugiata, due chiodi di garofano e la cannella e versatevi sopra l’alcool.

Mettete il vaso chiuso in un posto soleggiato e ogni tanto scuotetelo. Di notte ritiratelo in casa ed esponetelo nuovamente il mattino successivo.

Fate questa operazione per 40 giorni ed il quarantunesimo giorno frullate la parte solida del contenuto del vaso e rimettetela nell’alcool che, intanto, avrà preso una colorazione bruno-scura.

Con il vino, i chiodi di garofano rimasti e lo zucchero, a fuoco bassissimo, fate uno sciroppo, lasciando bollire per cinque minuti. Fatelo raffreddare e unitelo al resto nel vaso.

Tappate, scuotete accuratamente e mettete di nuovo a macerare per 10 giorni. Trascorso questo tempo filtrate il tutto attraverso una tela e travasate in bottiglia.

Tappate accuratamente e lasciate invecchiare almeno un mese prima di degustare.

Anime Beate o Vecchiarelle

Immagine

Una ricetta semplice di biscottini ripieni dolci da servire come dessert le anime beate o dette anche vecchiarelle possono essere servite anche con un vinello dolce o meglio un liquore secco.

Ingredienti

  • Un litro di acqua
  • 500gr di farina
  • un cucchiaio di olio di oliva
  • un pizzico di sale
  • 5 o 6 uova
  • olio per friggere
  • marmellata di pesche o di pere
  • zucchero a velo

Procedura

Metti in una casseruola l’acqua, l’olio e il sale. Appena cominciano a bollire scosta la casseruola dal fuoco e tuffaci la farina, mescolandola energicamente con un mestolo di legno a punta tonda e schiacciando eventuali grumi.

Rimetti sul fuoco il recipiente, tenendo la fiamma molto bassa e continua a mescolare l’impasto finchè non avrà formato un ammasso omogeneo, che si stacca dal fondo della casseruola sfrigolando.

Travasalo allora in una ciotola e lascialo raffreddare; poi amalgamalo con le uova, dosandole in modo da ottenere un morbido impasto. Riempi i tre quarti di una padella di ferro con olio di oliva e, quando sarà ben caldo, friggici le “anime beate”, che formerai una alla volta prendendo una cucchiaiata di pasta e dandole velocemente, con le mani unte di olio, la forma di una ciambellina.
Terrai vicino a te un piattino con un pò di olio, per poter proseguire come indicato.

Friggici le “anime beate” a fuoco moderato girandole nell’olio per farle dorare dai due lati. Ben cotte, adagiale sulla carta assorbente e infine in un vassoio, dove farai cadere un cucchiaino di marmellata di pesche o di pere sul centro di ognuna.
Cospargile di zucchero a velo e servile calde.