Braciolette di vitello alla conti

Immagine

Ingredienti

  • 50gr di prosciutto cotto,
  • 400gr di coscia di vitello,
  • 200gr di mozzarella,
  • prezzemolo,
  • 150gr di mollica,
  • 50gr di strutto o burro,
  • 25gr di parmigiano,
  • sale,
  • pepe,
  • mezzo bicchiere di latte.
  • olio d’oliva

Procedura

Tagliate la carne a fettine di una ventina di grammi l’una, battetela in modo da ottenere delle braciolette lunghe e sottili e mettetele da parte. Fate un impasto con il prosciutto, la mozzarella e il prezzemolo, tutto tritato finemente e amalgamato a circa un ettogrammo di mollica di pane, strutto, parmigiano, sale, pepe e mezzo bicchiere di latte. Dividete l’impasto in tante palline, che dovranno risultare in egual numero delle fettine di carne. Avvolgete ciascuna fettina su una pallina di ripieno, in modo che questo risulti perfettamente rinchiuso e infilate tre o quattro involtini per volta su uno stecco di legno. Ungete bene gli spiedini, passateli nella mollica tritata e cuoceteli sulla graticola a fuoco moderato.

Merluzzo bollito, Mirluzze vullute

Immagine

Il merluzzo è un pesce che risiede nell’Oceano Atlantico settentrionale, viene chiamato in genere Merluzzo Comune anche se si divide in molteplici specie. Il merluzzo lo si trova anche sul mare Mediterraneo noto come Nasello, lo si trova soprattutto sulle nostre coste, dove grazie al suo sapore alla delicatezza della sua carne in gastronomia è molto richiesto e apprezzato soprattutto se cotto a vapore.

Ogni specie di merluzzo contiene diversi elementi nutritivi importanti per la salute. E’ quindi molto fondamentale selezionare il tipo di merluzzo da preparare, un merluzzo fresco contiene meno calorie rispetto ad uno secco (stoccafisso, baccalà), mentre i merluzzi freschi hanno meno grassi e colesterolo rispetto ai secchi, e ricco di minerali (fosforo, iodio, ferro, calcio), il merluzzo secco, in particolare il baccalà è ricco di sodio quindi non indicato un consumo frequente per chi soffre di ipertensione.

Il meluzzo è un pesce a carne bianca, indicato molto per chi segue un regime alimentare specifico. E’ importante scegliere un pesce fresco e sano, dove la carne deve essere compatta e avere un colorito bianco, mentre il corpo non deve presentare tracce di sangue, proprio come l’occhio che dev’essere vivo e sporgente, non arrossato.

Importante sottolinerare che dal fegato del merluzzo viene tratto un olio ricco di omega3 importanti acidi grassi di cui nelle nostre zone il consumo ha un apporto limitato rispetto alle razioni giornaliere, questo tipo di acido grasso polinsaturo che abbraccia la categoria del colesterolo buono HDL, è molto importante per la circolazione sanguigna, difese immunitarie, diabete di tipo 2, iperentsione, con poteri antinfiammatori.

Ingredienti

  • Un grosso merluzzo
  • Una foglia di alloro
  • Qualche ciuffo di prezzemolo
  • Due limoni
  • Poco sale
  • Poco olio di oliva

Procedura

Pulisci bene il merluzzo e lascialo intero. Intanto in una pesciera riempita a metà di acqua, versa il succo di un limone, aggiungi un pò di prezzemolo e una foglia di alloro e metti a bollire. Sistemaci poi il merluzzo e salalo un pò.

Lascialo cuocere, poi colalo e fallo raffreddare bene. Togligli la pelle e la lisca, evitando di farlo spezzettare.
Ricomponilo in un piatto ovale di servizio, cospargilo di prezzemolo tritato, di poco succo di limone e di un filino di olio.

Puoi decorarlo a piacere con ciuffetti di prezzemolo e fettine di limone.