Maccheroni e carciofi

Immagine

Ingredienti

  • 400 gr di rigatoni(o penne),
  • 50gr di strutto freschissimo,
  • 50gr di prezzemolo,
  • 10 carciofi,
  • 1/2 bicchiere circa di olio d’oliva,
  • 1/2 bicchiere circa di vino bianco secco,
  • 1 spicchio d’aglio,
  • 1 limone,
  • 5 cucchiaiate di formaggio pecorino,
  • pepe nero,
  • sale

Procedura

Togliete ai carciofi le foglie più dure poi con un coltellino affilatissimo torniteli togliendo loro la restante parte dura e le punte, tagliateli a metà e, dopo aver tolto il fieno al centro, divideteli a spicchi, immergendoli in acqua acidulata con succo di limone affinché non anneriscano.Fate rosolare in una larga casseruola (dovrà andarvi anche la pasta) l’olio, lo strutto e lo spicchio d’aglio schiacciato e quando questo si sarà dorato unite i carciofi scolati dall’acqua, salateli, pepateli e lasciateli cuocere irrorandoli, poco alla volta con il vino. Nel frattempo mondate, lavate e tritate il prezzemolo. Quando i carciofi saranno circa a metà cottura lessate la pasta immergendola in abbondante acqua salata in eboilizione mescolatela e lasciatela cuocere a fuoco moderato, ricordando di scolarla ancora al dente. Subito dopo averla scolata versatela nel recipiente contenente i carciofi, unite anche il prezzemolo e un forte pizzico di pepe possibilmente appena macinato, mescolate in continuazione terminando così di cuocere la pasta.
Se necessario unite anche qualche cucchiaiata dell’ acqua che è servita a lessarla. A cottura ultimata amalgamatevi tutto il pecorino, quindi servitela.

Petti di pollo ripieni ai carciofi

Immagine

Ingredienti

  • 1 petto di pollo a persona,
  • 8 carciofi,
  • 2 spicchi d’aglio,
  • 2 cucchiai di parmigiano grattugiato,
  • 1 mazzetto di prezzemolo,
  • sale e pepe

Procedura

Pulite i carciofi lasciando solo il cuore, tagliateli in quattro parti e mettetele in una ciotola con acqua acidulata in modo che non anneriscano. In una terrina affettatene due in fettine sottilissime, condite con sale, olio, pepe, l’aglio tritato e molto prezzemolo. Unitevi i due cucchiai di parmigiano e mescolate.
Pulite i petti di pollo da ogni grasso, salateli pepateli e tagliateli nel centro a portafoglio. Stendete su una parte i carciofi affettati e conditi, richiudete e legate con un po’ di spago da cucina il petto di pollo in modo che il ripieno non fuoriesca. In una teglia che possa poi contenerli versate un pò d’olio d’oliva insieme ad uno spicchio d’aglio, un mazzetta di prezzemolo ed un pò d’acqua. Sistemateci i quarti di carciofo e fateli cuocere a fuoco basso, levateli quindi dal fuoco e teneteli al caldo. Nell’olio di cottura dei carciofi, fate cuocere i petti di pollo sempre a fuoco basso e a pentola coperta, per almeno un’ora aggiungendo un pò d’acqua se è necessario.
Quando sono cotti fateli rosolare in modo che prendano colore quindi serviteli accompagnati con i carciofi già cotti.

Carciofi ripieni, Carcioffile chjne

Immagine

Il carciofo è una pianta che matura in primavera e per le caratteristiche climatiche, viene coltivata maggiormente in Italia, in Liguria soprattutto, il carciofo viene valorizzato molto e in primavera data della sua maturazione, abbonda la produzione della ricetta della “torta pasqualina” prodotto locale ligure, mentre spostandoci più al sud nel capoluogo italiano possiamo nominare una specialità della cucina romana come il “Carciofo alla Romana“, che viene cucinato stufato in olio di oliva, brodo vegetale, prezzemolo, aglio e mentuccia, il “Carciofo alla Giuda” cucinato intero e fritto in olio di oliva, il “Fritto di Carciofi” in pastella e “l’insalata di carciofi” cucinati crudi a lamelle, mentre in Calabria il carciofo viene cucinato in diverse maniere nonostante non vi sia una ricetta specifica, dal modo semplice da spolpare, ad inserirvi il cuore del carciofo nel brodo, o a cucinarli ripieni come nella nostra ricetta.

Il carciofo è una pianta molto nota per i suoi poteri medicinali disintossicanti, inoltre ha un contenuto calorico molto basso quindi è molto indicato nelle diete ipocaloriche e dimagranti, è possibile trovare molte ricette dietetiche e disintossicanti in rete che sfruttano i benefici di questa pianta.

 

Ingredienti

  • 10 Carciofi
  • Tre uova
  • Quattro cucchiaiate di pangrattato e tre di pecorino grattugiato
  • Due spicchi di aglio
  • Prezzemolo
  • Sale
  • Pepe nero
  • Un pò di latte
  • Olio q.b.

Procedura

Pulisci i carciofi, privandoli del gambo, delle foglie esterne più dure, dell’eventuale fieno interno. Tagliane le punte e tienili per una ventina di minuti in acqua e limone. Prepara l’impasto con la mollica di pane bagnata con un pò di latte, il pecorino, le uova intere, il sale, il pepe nero, l’aglio e il prezzemolo tritatissimo.
Aggiungi un altro pò di latte per ammorbidire bene l’impasto e lascialo riposare.

Sgocciola bene i carciofi, allargane le foglie per riempire meglio l’interno con l’impasto preparato, mettili ritti in una casseruola sul cui fondo avrai messo uno spicchio di aglio intero schiacciato, un mazzetto di prezzemolo e l’olio. Irrorali con un altro pò di olio e riempi di acqua la casseruola, sino a coprire a metà i carciofi, ben stretti l’uno accanto all’altro.
Incoperchia e cuoci a fiamma bassa.