Pitta ’Mpigliata

Ingredienti

  • 1 bicchiere d’acqua
  • 200 gr di noci
  • 250 gr di olio di oliva
  • 250 gr di zucchero
  • 300 gr di farina di grano duro
  • 300 gr di mandorle sgusciate
  • 300 gr di uva passa
  • 5 gr di lievito di birra
  • cannella in polvere
  • un bicchiere di rosolio di agrumi
  • un uovo

Preparazione

Fate rinvenire l’uva passa in acqua tiepida, sminuzzate le mandorle tostate e i gherigli di noci.
Mescolate la frutta secca in una terrina e mettetela da parte; intanto portate a bollore l’acqua in un pentolino, emulsionatevi l’olio e, quando il liquido diventa tiepido, aggiungetevi il rosolio e il lievito, dopodiché preparate sul tagliere l’impasto con le due farine versando a mano amano il liquido.

Dividete il composto, che deve essere ben compatto e sodo, in due parti; tirate ora due sfoglie di spessore medio dai due pezzi di pasta.

Mettete una delle sfoglie da parte su di un tovagliolo infarinato, e farcite con la frutta secca metà dell’altra su cui ripiegherete l’altra metà; tagliate la mezzaluna ripiena a strisce, che arrotolerete a forma di spirale.

Ungete e zuccherate la superficie della prima sfoglia, che avrete sistemato in una tortiera ben oleata, adagiatevi sopra le strisce di pasta farcite e arrotolata, lasciando liberi i bordi perimetrali che ripiegherete tutt’intorno verso l’interno.
Legate la pitta con uno spago e fatela riposare per otto ore in un luogo tiepido, coperta con un tovagliolo.

Quindi ungete e zuccherate la superficie del dolce ed infornate a temperatura media (180°C), fino a quando risulterà di un bel colore dorato, stillante degli aromi e dei grassi imprigionati nelle sfoglie di pasta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *