Frittelle con la sardella

La sardella è una salsa ricavata da bianchetti di piccola e media taglia e arricchita con peperoncino rosso dolce o piccante macinato in polvere, spesso viene aromatizzata con sale, e aromi come semi di finocchio selvatico.

La sardella viene realizzata con diversi tipi di pesciolini, quali il novellame o prodotto già lavorato come salsa fino ad una produzione più scadente fatta con il pesce ghiaccio. La versione più commerciale viene fatta con acciughe che assume un colore tendente al chiaro quasi bianco, ma quella detta anche rosamarina è quella fatta con le triglie che assume un colore più roseo e un gusto più dolce.

La sardella può essere servita a crudo negli antipasti o in una ciotola amalgamata con olio, alcuni vi aggiungono anche del succo di limone, ma si possono fare anche ricette di polpette, braciole e frittelle come nel caso di questa ricetta.

Per fare la sardella è necessario scegliere il prodotto di base ottimo, quindi prediligere il pescato fresco e di qualità: le acciughe vengono pescate nel mese di marzo e aprile. E’ inutile ribadire il fatto che bisogna scegliere sempre la pescheria di fiducia.

Frittelle con rosamarina o sardella

Ingredienti

  • 500 gr. di rosamarina o sardella
  • farina q.b. 
  • sale o olio per friggere

Procedura

Lava la rosamarina e mettila in un colapasta. Ben sgrondata dall’acqua, avvolgila a cucchiaiate nella farina, formando delle grosse polpette che friggerai in olio bollente, rigirandole spesso e lasciandole diventare ben croccanti.
Salale a fine cottura e fanne assorbire l’unto dalla carta assorbente.
Servile calde con spicchi di limone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *