S.Anna di Isola Capo Rizzuto

Immagine

Riconoscimento: DOC

Rosso:

  • Colore rosso vivo brillante
  • Odore: vinoso, caratteristico
  • Sapore: asciutto, armonico, rotondo
  • Grado alcolico 12
  • Vitigni Gaglioppo dal 40 al 60% – Nacera, Nerello Mescalese, Malvasia N., Malvasia B., Greco B., dal 40 al 60% con una presenza max di uve bianche non superiore al 35% del totale
  • Produzione massima Q/ha 1
  • Abbinamenti Gastronomici carni in umido, arrosto di maiale e pollame..

Rosato:

  • Colore rosato più o meno carico
  • Odore: delicato, caratteristico
  • Sapore: secco e fresco
  • Grado alcolico 12
  • Vitigni Gaglioppo dal 40 al 60% – Nacera, Nerello Mescalese, Malvasia N., Malvasia B., Greco B., dal 40 al 60% con una presenza max di uve bianche non superiore al 35% del totale
  • Produzione massima Q/ha 115
  • Abbinamenti Gastronomici risotti, paste pasticciate, pesce in brodo

È prodotto nel territorio del comune di Isola Capo Rizzuto e in parte dei territori dei comuni di Crotone Cutro. Le radici di questo vino si fanno risalire ai tempi di Omero, in quanto la mitica isola Ogigia descritta nell’Odissea è stata identificata come una delle tre isolette da cui sorse Isola Capo Rizzuto e Omero già allora celebrava la “Giovane vite di purpurei grappi che ornava e rivestiva lo speco”.

È vino molto armonico, di un certo spessore, leggermente fruttato, da usare giovane per tutto il pasto, anche di pesce se è rosato. Si presta poco al lungo invecchiamento.

Melissa

Immagine

Riconoscimento DOC

Rosso:

  • Colore Dal rosato carico al rosso rubino con riflessi, arancione se invecchiato
  • Odore: Vinoso caratteristico
  • Sapore: Asciutto, di corpo, sapido caratteristico
  • Grado alcolico: 12,5
  • Vitigni Gaglioppo dal 75 al 95% – Greco N., Greco B., Trebbiano T. e Malvasia B. dal 5 al 25%
  • Produzione massima Q/ha 110
  • Abbinamenti Gastronomici Carni arrosto, specie ovine, polli, selvaggine.

Bianco:

  • Colore Giallo paglierino più o meno tenue
  • Odore: Vinoso caratteristico
  • Sapore: Asciutto, delicato, armonico
  • Grado alcolico 11,5
  • Vitigni Greco B. dall’80 al 95% – Trebbiano T., Malvasia B., dal 5 al 20%
  • Produzione massima Q/ha 120
  • Abbinamenti Gastronomici Pesce, specialmente pesce spada, comunque cucinato, uova, formaggi non fermentati.

Viene prodotto nei territori dei comuni di: Belvedere Spinello, Carfizzi, Melissa, San Nicola dell’Alto, Umbriatico e in parte dei comuni di Casabona, Castelsilano, Crotone, Pallagorio, Rocca di Neto, Scandale, San Mauro Marchesato, Santa Severina e Strongoli in provincia di Crotone. Il Melissa Rosso diventa Superiore dopo un invecchiamento di almeno due anni in botti di legno e con gradazione alcolica minima di 13°. La sua storia è molto affine a quella del Cirò. Si presta bene all’invecchiamento. Prodotto come il più famoso Cirò nella zona più intensamente vitata della Calabria, ha raggiunto livelli d’eccellenza specie nella tecnica di vinificazione.

Cirò

Immagine

Riconoscimento: DOC

Rosso:

  • Colore Rubino
  • Odore: gradevole, delicato, intensamente vinoso
  • Sapore: secco, corposo, caldo, armonico, vellutato con l’invecchiamento
  • Grado alcolico 12,5
  • Vitigni Galoppo 95% – Trebbiano T. e Greco B. 5%
  • Produzione massima Q/ha 115
  • Abbinamenti Gastronomici Ogni tipo di carne, specie se arrosto.

Rosato:

  • Colore rosè più meno intenso
  • Odore: delicato e vinoso
  • Sapore: secco, fresco, armonico e gradevole
  • Grado alcolico 12,5
  • Vitigni Galoppo 95% – Trebbiano T,. e Greco B. 5%
  • Produzione massima Q/ha 115
  • Abbinamenti Gastronomici Carni in umido, brasati, salsicce, salumi in genere, formaggi molli.

Bianco:

  • Colore giallo paglierino più o meno intenso
  • Odore: vinoso e gradevole
  • Sapore: secco, armonico, delicato, vivace e caratteristico
  • Grado alcolico 11
  • Vitigni Greco B. 90% – Trebbiano T: 10%
  • Produzione massima Q/ha 135
  • Abbinamenti Gastronomici Grigliate e piatti di pesce, in particolare tonno e pesce spada.

È stato il primo vino calabrese a potersi fregiare della Denominazione di Origine Controllata. È DOC dal 1969. E’ prodotto nei territori dei comuni di Cirò e di Cirò Marina e in parte di quelli di Melissa e Crucoli in provincia di Crotone. È Cirò Classico quello prodotto esclusivamente nei comuni di Cirò e Cirò Marina, mentre il Cirò Riserva è quello invecchiato almeno tre anni e con gradazione alcolica di 13,5. E’ meritatamente il vino calabrese più conosciuto ed apprezzato in Italia e all’estero e le sue origini sono avvolte nella leggenda: gli antichi Greci lo offrivano come bevanda e nutrimento agli atleti che partecipavano alle Olimpiadi. Quella del Cirò è la produzione più omogenea e tipicizzata della Calabria.