Zuppa di funghi

Immagine

Ingredienti

  • circa 1Kg di funghi freschi di diverse qualità,
  • 30gr di prezzemolo,
  • 30gr di strutto,
  • 50gr di pecorino grattugiato,
  • olio d’oliva,
  • 2 spicchi d’aglio,
  • 1 cipolla di media misura,
  • salsina di pomodoro,
  • 4 o 8 fette di pane casereccio,
  • pepe nero,
  • sale

Procedura

Mondate i funghi, lavateli, tagliateli a fettine, metteteli in uno scolapasta, spolverizzateli di sale e lasciateli stare così per circa tre ore, trascorso questo tempo tagliate a fettine sottilissime la cipo11a e schiacciate gli spicchi d’aglio, mettete il ricavato in una casseruola con lo strutto e l’olio. Lasciate rosolare su fuoco moderato sino a che la cipolla si sarà un poco appassita quindi bollite una cucchiaiata circa di salsina di pomodoro sciolta in un bicchiere d’acqua, mescolate, dopo un istante aggiungete i funghi che avrete lavato per togliere il sale in eccesso e circa un litro d’acqua, salate poco, pepate abbastanza e lasciate cuocere per circa venti minuti. Nel frattempo fate tostare nel forno le fette di pane e sistematele in una ciotola. Mondate, lavate e tritate il prezzemolo. Trascorso il tempo di cottura incorporate ai funghi il prezzemolo e il pecorino, versate tutto sulle fette di pane e servite ben caldo.

Se ti è piaciuto condividi!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Polpettone alla calabrese

Immagine

Ingredienti

  • 250gr. di carne macinata,
  • 300gr. di pane grattugiato,
  • 5 Uova,
  • 2 spicchi d’aglio,
  • 2 sottilette o provola dolce,
  • 2 fette di salame o mortadella,
  • sale,
  • pepe,
  • prezzemolo,
  • olio per friggere,
  • parmigiano grattugiato,
  • sugo di pomodoro

Procedura

Ammorbidite il pane grattugiato con un pò di latte e lasciatelo riposare per qualche minuto. Intanto mettete un uovo a rassodare, tagliate a strisce sottili la provola o in due pezzi le sottilette e teneteli da parte. Aggiungete al pane la carne, un aglio tagliato molto finemente, il sale, il prezzemolo, il formaggio, il pepe e le quattro uova rimaste.
Impastare bene gli ingredienti fino ad ottenere un impasto morbido ma compatto. Se durante la lavorazione l’impasto risulta duro ammorbidite aggiungendo un poco di latte. A questo punto prendete l’impasto e spianatelo su un tagliere precedentemente inumidito oppure su un piano di marmo.
Mettete al centro dell’impasto la provola, due fette di salame e l’uovo sodo tagliato in quattro parti, con le mani inumidite alzate piano i bordi laterali dell’impasto e congiungeteli coprendo bene il ripieno.
Date all’impasto la forma di una grossa polpetta allungata. Mettete una padella a bordi alti con l’olio sul fuoco e quando questo è ben caldo scivolatevi dentro piano il polpettone. Fatelo cuocere a fuoco non molto alto da tutte le parti, rigirandolo con attenzione in modo che non si rompa, finché non sarà dorato.
Preparate intanto in una teglia una salsa di pomodoro con l’aglio, quando è pronta allungatela con un bicchiere d’acqua, aggiustate di sale e mettetevi il polpettone a finire di cuocere per un quarto d’ora.

Se ti è piaciuto condividi!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Polenta con fagioli e salsiccia

Immagine

Ingredienti

  • 400gr di farina di granoturco,
  • 200gr di fagioli secchi,
  • Salsiccia con peperoncino piccante e semi di finocchio,
  • olio vergine d’oliva,
  • sale

Procedura

Lessate i fagioli in acqua leggermente salata. Preparate intanto la polenta versando la farina lentamente a pioggia in un litro e mezzo d’acqua bollente, girando continuamente con un cucchiaio di legno per circa un’ora. Aggiungetevi i fagioli ben sgocciolati rimestate. Tagliate la salsiccia a fettine e friggetela in un tegamino con l’olio d’oliva. Aggiungete anche la salsiccia alla polenta e mescolate. Servite caldo.

Se ti è piaciuto condividi!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •