Bucatini alla domenicana

Ingredienti

  • 400 gr di bucatini
  • 50gr di funghi secchi,
  • 6 acciughe salate,
  • 1 bicchiere circa di olio d’oliva,
  • 1 spicchio d’aglio,
  • 40 gr di prezzemolo,
  • 100 gr di mollica di pane grattugiata finissima
  • pepe,
  • sale

Procedura

Lavate i funghi e teneteli a bagno per dieci minuti in acqua tiepida affinché si ammorbidiscano. Nel frattempo mondate e lavate le acciughe quindi pestatele in un mortaio o tritatele finissime, poi passate le al setaccio.
Fate scaldare in una casseruolina tre cucchiaiate d’olio, unite poi i funghi scolati e tagliuzzati, un pochino dell’acqua nella quale erano a bagno(attente alla terra), salateli non molto e lasciateli cuocere a fuoco moderatissimo mescolandoli spesso, quindi passate anch’essi al setaccio.
Mondate, lavate e tritate il prezzemolo. Fate rosolare in una casseruolina quattro cucchiaiate circa di olio e lo spicchio d’aglio schiacciato, allorché si sarà dorato scolatelo e buttatelo, poi mettete nel recipiente tutto quanto avete passato al setaccio(unite anche l’eventuale intingolo lasciato dai funghi), mescolate bene, fate alzare il bollore poi tenetelo a parte al caldo. Ponete sul fuoco abbondante acqua non molto salata che userete per lessare la pasta. Quando alzerà il bollore mettetevela(spezzettatela prima), mescolatela e lasciatela cuocere a fuoco
vivace. Allorché sarà quasi cotta accendete il forno portandolo sui 190° circa, fate rosolare in una casseruolina il restante olio, unitevi il pane grattugiato e sempre mescolando lasciatelo dorare. Scolate la pasta, versatela in un recipiente che possa andare in forno, amalgamatevi l’intingolo, il prezzemolo tritato e un forte pizzico di pepe (possibilmente appena macinato); fate con la pasta uno strato uniforme, spolverizzatela con il pane grattugiato rosolato, infine fatela nel forno già caldo lasciandovela per circa otto minuti.

Se ti è piaciuto condividi!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *