Aringhe di Cariati

Preparazione delle Aringhe come si fanno a Cariati, splendida località marina dell’alto Jonio fiorente di pescato e prodotti ittici di alta qualità, nonché località turistica molto accogliente e rinomata, ottima la sardella tra i tanti prodotti tipici di altrettanta eccellenza.

Le Aringhe si possono abbinare con un buon vino bianco fermo.

Ingredienti

  • cinque aringhe salate (che abbiano le uova e il latte),
  • un dl di olio d’oliva,
  • mezzo litro di vino bianco secco,
  • mezzo litro di aceto,
  • fettine di carote,
  • una cipolla,
  • due spicchi d’aglio,
  • semi di finocchio,
  • una foglia di lauro,
  • pepe nero

Preparazione

Passate le aringhe alla fiamma; staccate le uova e il latte e dopo averle spellate, svuotate e sfilettate, allineate i filetti, il latte e le uova in una teglia. In una casseruola riunite le fettine di carote e di cipolla, la foglia di lauro, l’aglio schiacciato, i semi di finocchio ed i grani di pepe; bagnate con il vino e con l’aceto. Ponete, quindi la casseruola sul fuoco a calore moderato; appena accenna l’ebollizione, abbassate la fiamma al minimo e fate cuocere sino a che le carote saranno ben cotte.
Versate questa marinata bollente sulle aringhe e coprite la teglia, prima con una carta bianca ben unta di olio e poi con un coperchio; continuate la cottura per un quarto d’ora, fate raffreddare completamente. Allineate i filetti, le uova e il latte in una terrina bassa, ricopriteli o quasi con la marinata, bagnateli con l’olio e teneteli in luogo fresco per qualche giorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *