Melanzane alla scapece

Così condite ma prive di olio, le melanzane si conservano a lungo nei “tarzarula” di coccio, si pigiavano bene, si coprivano col “timpagne”, un coperchio di legno rotondo, poco più piccolo del diametro del “tarzarule”, e si tenevano sotto una grossa pietra, sotto pressa. L’olio si aggiungeva quando si dovevano consumare, un pò per volta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *