Liquore di limoni

Il limone nasce da un innesto tra il pomelo e il cedro effettuato tanti secoli fa che ne ha trasformato pianta e frutto una specie originale.
Il limone nasce in Cina da dove ne parte la sua coltivazione in tutto l’oriente fino a giungere sulle nostre coste mediterranee e nei luoghi più caratteristici che ne hanno influenzato le varietà. Infatti molte sono le varietà di limoni dove sommariamente cambia la parte esteriore ma non le proprietà interiori, famosi sono in Italia i limoni di Sorrento o di Siracusa e i limoni della Costa d’Amalfi, da dove si può intuire che questa pianta viene coltivata soprattutto nelle coste soleggiate.

Per concludere, il limone non solo è ricco di vitamina C scudo anti influenzale e rafforzo delle difese immunitarie, ma ha anche molti poteri anti ossidanti e disintossicanti che ne conferisce grandi poteri anti colesterolo.

Per la ricetta in questione abbiamo tuttavia bisogno soltanto delle bucce, ma non è detto che è possibile fare una spremuta con il contenuto, magari uno spunto per una nuova ricetta, oppure spremerlo in un bicchiere di acqua a temperatura ambiente con un pezzo di zenzero grattugiato, un composto disintossicante che accelera il metabolismo facendo bruciare più velocemente i grassi.

Ingredienti

  • La buccia di cinque limoni appena raccolti
  • 500gr di alcool da liquore (o paesanella se fatta in casa)
  • 450gr di zucchero
  • 450gr di acqua
  • Ti serve anche la carta bibula come filtro

Procedura

Taglia in sottilissime striscioline la buccia gialla dei limoni, evitando di includervi  la parte bianca interna.
Lasciale macerare al buio per sei giorni in mezzo litro di alcool, mescolandole ogni tanto.
Il settimo giorno fai sciogliere e bollire lo zucchero nella dose di acqua indicata, poi lasciala raffreddare e travasaci le scorzette dei limoni, che avrai tolto dall’alcool, tenendolo da parte. Lascia in infuso per altri due giorni le bucce nello sciroppo, quindi eliminale; unisci l’alcool e lo sciroppo e filtrali lentamente con la carta bibula una o due volte, sino ad ottenere un liquore limpidissimo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *