Grano bollito di Santa Lucia

Ingredienti

  • 500gr di grano
  • 250gr. di mosto cotto o di miele di fichi

Procedura

E’ questa la più antica ricetta di “grano bollito”, che si prepara per la festa della martire siracusana, insieme alle “tredici cose”, che non devono mai mancare nella cena della vigilia: tredici frutti diversi che bisogna almeno assaggiare.

Per preparare il grano bollito, occorre nettàre e lavare bene il grano e poi tenerlo a bagno in acqua fredda per due giorni. Si mette quindi a cuocere a fuoco lento in abbondante acqua con un pizzico di sale e si lascia infine raffreddare. Si rimette sul fuoco col mosto cotto o col miele di fichi e si lasca insaporire.

Sin qui la ricetta tradizionale, alla quale si è ormai abituati ad aggiungere tante altre cose che indichiamo a parte, proprio per distinguere la nuova ricetta da quella tradizionale

Ingredienti per arricchire il “grano bollito”:

Si rimette nella casseruola il grano bollito ormai raffreddato aggiungendo mosto cotto insieme a 50gr. di noci e a 50gr. di mandorle sgusciate e tritate grossolanamente.

Si cosparge di cannella in polvere e di un chiodo di garofano pestato.

Si rimette a bollire il tutto e si fa cuocere per pochi minuti.
Si serve freddo.

Alcuni aggiungono questi ingredienti senza più rimettere il grano sul fuoco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *